Colonne d'Ercole

Las colonne di Ercole Erano un elemento leggendario che esiste fin dai tempi antichi e che ha origine mitologica, come nel caso delle costellazioni. Queste colonne erano il limite del mondo noto ai Greci, fino a quando uno storico greco noto come Erodoto fu in grado di attraversarle nel XNUMX ° secolo aC e dimostrò che non era la fine del mondo.

In questo articolo vi racconteremo tutta la storia e la mitologia delle colonne di Ercole.

Ercole e le 12 fatiche speciali

Eracle non è altro che un eroe della mitologia greca che originariamente non era chiamato così. Il suo nome all'inizio era Alceo o Alcides. Era il figlio del dio Zeus e Alcmena, una regina mortale. Dalla nascita di un dio e di un mortale è nato un semidio noto come Eracle.

Quando raggiunge la maturità e l'età adulta è stato quando il suo nome è stato cambiato da quando era conosciuto in Grecia ed era in omaggio alla dea Era. È già al suo passaggio nella mitologia di Roma quando inizia a nominare Ercole. Questo nome è diventato molto più popolare ed è per questo che è conosciuto soprattutto oggi.

Hercules ha dovuto svolgere alcuni lavori speciali poiché aveva una forza enorme. Esistono diverse versioni dal punto di vista dei più studiosi della mitologia. Secondo alcuni aspetti, Hercules è impazzito per qualche motivo non specificato e ha ucciso i suoi figli. Quando riacquistò la ragione, chiese perdono all'Oracolo di Delfi e lo pretese si mise al servizio del re Tirinto per purgare il suo crimine. Il re Tirinto era Euristeo ed era incaricato di inviare Ercole a svolgere lavori che nessun altro essere umano avrebbe potuto fare.

C'è un'altra versione della storia, molto più piccola, che indica che Ercole era lo schiavo di Euristeo dalla nascita. Si dice che i lavori che nessun essere umano non poteva fare fossero raggiungere la propria libertà. I motivi per cui Ercole era lo schiavo di Euristeo erano a causa di alcune confusioni che esistevano tra le relazioni degli dei e gli umani.

Alcmena, la madre di Ercole, proveniva dalla stirpe di Perseo. Era, che era la sorella e la moglie di Zeus, era gelosa di Alcmena. Per vendicarsi di lei, anticipò la consegna della moglie del re Stenelo, figlio di Perseo, così che suo figlio Euristeo nacque prima di Eracle. Questo è il motivo per cui è diventato il suo servitore secondo questo aspetto della mitologia.

Origine delle colonne di Ercole

Colonne di Ercole estremità della mitologia mondiale

Una volta inseriti nel contesto, analizzeremo quali erano le origini delle colonne di Ercole. Euristeo non aveva intenzione di liberare Ercole perché voleva che continuasse a fare quei lavori che nessun essere umano potrebbe fare. Lo affida a compiti ritenuti impossibili e lo invia in luoghi sempre più lontani. L'obiettivo principale di Euristeo era che il viaggio di Ercole sarà abbastanza complicato da morire provandoci e non tornerà mai più.

Il suo decimo lavoro era cercare il bestiame di Geryon. Durante questo viaggio è stato in grado di raggiungere i confini occidentali del mondo intero a quel tempo noto come la fine del mondo. Si trovava nell'isola d'Eritrea, luogo in cui Ercole dovette affrontare il famoso cane a due teste imparentato con Cerbero, il guardiano degli inferi. Ha anche affrontato l'Idra, che si prendeva cura dei buoi.

Uno dei confronti che ha avuto è stato quello dello stesso Gerión, essendo questo il nipote della leggendaria Medusa. Secondo la leggenda, aveva solo due gambe, ma vita in su aveva 3 tronchi, 6 braccia e 3 teste. In tutto questo lavoro che Ercole dovette svolgere è da dove provengono le colonne di Ercole.

Ci sono diverse versioni a riguardo. Secondo la prima versione, Ercole pose due colonne che inquadrano il punto della sua traversata verso l'isola dell'Eritrea, a ricordo della sua impresa per il suo grande lavoro. Queste due colonne furono collocate dallo stesso Ercole. C'è un'altra versione più esagerata in cui lo dice Ercole separò manualmente le due montagne che erano collegate tra loro. Queste montagne erano Abila e Calpe e potevano dare loro l'ingresso al mare che inondava tutto il nuovo spazio creato.

Dove sono le colonne di Ercole

Colonne d'Ercole

Molte persone appassionate di mitologia chiedono cosa sono le colonne di Ercole. Allora lo era il limite del mondo conosciuto durante lo sviluppo dell'antica cultura greca. Poiché fa parte della mitologia, la sua esatta posizione geografica è soggetta a varie interpretazioni. Una delle interpretazioni più accurate è quella che dice che si trova nel bacino del Mediterraneo.

Il nome greco per le colonne di Ercole era Stele di Eracle e fu cambiato dai romani in colonne di Ercole. La Colonna Nord che è quasi certamente identificata come la Rocca di Gibilterra. La colonna meridionale potrebbe essere sia il monte Hacho, situato a Ceuta, sia il monte Musa, situato in Marocco.

Analizzeremo più in dettaglio quella della Rocca di Gibilterra, considerata come la colonna nord. È un massiccio calcareo che proviene dal periodo Giurassico. Ha una superficie di circa 6 chilometri quadrati e pareti quasi verticali. Queste pareti possono essere viste mentre entrano nel mare e vengono a separare il Mediterraneo dall'Oceano Atlantico. Ciò consente all'Africa e all'Europa di essere quasi in contatto. L'intera regione si estende dal massiccio iberico al limite meridionale della catena dell'Atlante e dalla costa atlantica del Portogallo e del Marocco fino alla Tunisia ed è interessata dalla zona di contatto delle placche euroasiatiche e africane tra Azzorre e Tunisia.

Questo intero sito ha una complessità geologica che si manifesta grazie alle faglie transitorie destre.

Come puoi vedere in geologia ci sono anche storie mitologiche. Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulle colonne di Ercole.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.