Clima desertico

clima desertico

Uno dei climi che esiste sul pianeta con le condizioni più estreme è il clima desertico. È caratterizzato principalmente dall'avere gran parte della siccità causata da una carenza di precipitazioni annuali. È un tipo di clima dove regnano il processo di evapotraspirazione e le alte temperature. Questi ecosistemi si sono formati nel corso degli anni attraverso varie condizioni climatiche che hanno generato queste caratteristiche uniche.

In questo articolo vi racconteremo tutte le caratteristiche, l'origine e l'importanza del clima desertico.

Clima desertico

flora clima desertico

Nel clima desertico, regna il processo di evapotraspirazione. È la perdita di umidità che si localizza su una superficie a causa dell'evaporazione diretta causata dalla radiazione solare e dall'aumento delle temperature. A questo si è aggiunta la poca traspirazione che esiste dall'acqua delle piante. Il fenomeno dell'evapotraspirazione fa sì che la quantità di pioggia rimanga a valore molto basso durante tutto l'anno. Valori che rimangono a 250 mm all'anno. È un dato o abbastanza scarso, che caratterizza la mancanza di vegetazione e umidità nell'ambiente. Uno dei luoghi più conosciuti del pianeta come esempio di uno scenario climatico desertico è il deserto del Sahara.

Questo processo di evapotraspirazione avviene anche a causa della disposizione in cui si trova il rilievo. È possibile che alcuni deserti vicini alle correnti oceaniche fredde limitino o impediscano l'evaporazione, danneggiando così i livelli di umidità totale. I fattori che abbiamo menzionato sono quelli che generano ecosistemi noti come deserti costieri.

Il clima desertico è generalmente caratterizzato dall'essere situato vicino ai tropici. La latitudine in cui si trova la maggior parte dei deserti è di circa 15 e 35 gradi. In tutti questi luoghi sono presenti esemplari sia di flora che di fauna che si sono adattati alle condizioni estreme prevalenti. Queste specie generano adattamenti a questo stile di vita per migliaia di anni attraverso il processo di evoluzione. Hanno dovuto adattarsi sviluppando determinate caratteristiche per combattere la mancanza di acqua e gli sbalzi di temperatura.

Quando ci riferiamo ad alcuni deserti, può essere associato a una grande quantità di sabbia e temperature molto calde. Tuttavia, un clima desertico un clima arido può svilupparsi perfettamente in Antartide e nell'Artico settentrionale. Ed è che il clima del deserto non è solo racchiuso nei deserti, ma dipende anche in gran parte dall'umidità.

caratteristiche principali

Tempo asciutto

Questo tipo di clima può verificarsi nelle zone fredde poiché riceve pochissima umidità e viene ricevuto sotto forma di neve. Va tenuto presente che le piogge in questi climi avvengono molto sporadicamente, motivo per cui si manifesta sotto forma di temporale elettrico. Dopo il processo di precipitazione si verifica, i corsi d'acqua e il suolo si gonfiano con l'acqua in quanto non hanno molta permeabilità. È allora che il deflusso superficiale gioca un ruolo fondamentale nella distribuzione dell'acqua. Queste piogge durano solo poche ore e lo stesso accade con il deflusso superficiale. Date le alte temperature e il tipo di terreno, l'acqua normalmente evapora facilmente.

Tra le caratteristiche per le quali spicca il clima desertico troviamo la mancanza di umidità. È la caratteristica che più spicca questo tipo di clima. La secchezza viene prima in questi luoghi. Non solo il terreno è molto secco, ma lo è anche l'aria. La maggior parte delle regioni con un clima desertico ha una percentuale di evaporazione maggiore rispetto alle precipitazioni. Tutto ciò porta ad una netta perdita di umidità. In alcuni deserti caldi, la pioggia è in grado di evaporare prima di raggiungere il suolo. Tuttavia, quando si verificano alcuni episodi di pioggia piuttosto potenti, di solito creano alcune esplosioni di vita vegetale e animale. Grazie a ciò si possono considerare alcune zone desertiche non del tutto inospitali.

Il caldo e il freddo sono altre due caratteristiche che fanno risaltare il clima desertico. Ed è che mentre alcuni deserti rimangono così e due durante tutto l'anno, altre aree aride hanno inverni più freddi ed estati calde. Ci sono anche deserti che hanno un'oscillazione di temperatura giornaliera molto pronunciata tra il giorno e la notte. Nonostante tutto, le temperature invernali vissute in questi luoghi non si avvicinano nemmeno allo zero. Per questo motivo, sebbene ci siano notti più fredde, non essendoci vegetazione per mantenere il calore ricevuto durante il giorno, non si registrano valori così bassi.

Entrano in sequenza di tutto questo, un viaggiatore che non è preparato non può essere esposto ad un clima arido poiché può manifestarsi a causa di un colpo di calore durante il giorno o morire di ipotermia durante la notte.

Fattori climatici del deserto

dune

In questo tipo di tempo le evaporazioni sono maggiori delle precipitazioni. Il tasso di evaporazione ha un valore superiore a quello di precipitazione. Questo è ciò che rende i terreni non consentono la gestazione della vita vegetale. Nelle zone del Medio Oriente hanno una media di 20 centimetri di pioggia all'anno. Tuttavia, la quantità di evaporazione supera i 200 centimetri. Ciò significa che il tasso di evaporazione è fino a 10 volte superiore al tasso di precipitazione. Per questo motivo l'umidità è molto bassa.

Le temperature medie di queste regioni aride sono di 18 gradi. Questo valore di temperatura oscilla 24 ore al giorno. Puoi trovare valori fino a 30 gradi. Tutte le oscillazioni sono fondamentalmente dovute alla mancanza di vegetazione in grado di regolare bene le temperature. Pertanto, il terreno è molto caldo durante il giorno e molto freddo di notte.

Per quanto riguarda le precipitazioni, non solo sono scarse ma anche molto irregolari. Tutto questo scenario è dovuto alla continua influenza ma chiamata anticicloni tropicali. Nelle zone più aride ci sono mesi secchi ma anche piovosi. Nei deserti, ogni mese dell'anno restano asciutti. Le piogge, quando si verificano, si presentano sotto forma di forti acquazzoni. Queste acque di solito alimentano i fiumi del deserto conosciuti con il nome di wadi. Nonostante le precipitazioni siano abbondanti anche se brevi, non raggiungono mai il mare poiché si prosciugano prima della fine del viaggio. I wadi rimangono asciutti per la maggior parte dell'anno.

Spero che con queste informazioni possiate conoscere meglio il clima desertico e le sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.