Margaret Salas

Ricercatore Margarita Salas

Nel mondo della scienza e della ricerca, ci sono state donne che sono progredite notevolmente e hanno fatto passi da gigante. Uno di essi è Margaret Salas. Insieme a suo marito, ha avviato lo sviluppo della biologia molecolare in Spagna. I suoi studi si sono concentrati sul virus batterico Phi29 e ci hanno permesso di sapere come funziona il DNA. Grazie alle sue istruzioni sappiamo che si trasformano in proteine ​​e come le proteine ​​si relazionano tra loro per formare un virus funzionale.

In questo articolo vi racconteremo tutta la biografia e i contributi scientifici di Margarita Salas.

Biografia di Margarita Salas

Scienziati spagnoli

Allo stesso modo, questa donna si definisce una persona semplice e laboriosa. È un amante della pittura e della scultura moderne. Tra le sue virtù ha bisogno di essere onesta e il suo paesaggio preferito è il laboratorio dietro la campagna asturiana. Afferma sempre che il laboratorio è dove puoi dimenticare il resto del mondo. È nato nel 1938 in una città sulla costa asturiana chiamata Canero. Per quanto riguarda la tua formazione, i loro genitori erano molto chiari sul fatto che i loro figli dovevano conseguire una laurea.

Non aveva alcun tipo di discriminazione nei confronti di suo fratello, poiché erano tre fratelli. Margarita Salas è entrata in un collegio di suore all'età di tre anni e ha continuato fino alla fine delle superiori. Al centro avevano una formazione abbastanza completa sia in discipline umanistiche che in scienze. Sebbene gli piacessero entrambi, iniziò ad approfondire l'educazione scientifica. Ha scelto di andare a Madrid per studiare un corso selettivo che includeva fisica, chimica, matematica, biologia e geologia. Tutte queste materie dovevano essere superate per ottenere una laurea in chimica.

Margarita non era entusiasta della geologia e non aveva bisogno di questo ramo per poter fare medicina. Tutto ciò che ha studiato gli ha permesso di fare entrambi gli studi e alla fine ha deciso di chimica. È stata una buona scelta, dal momento che si è reso conto di quanto fosse entusiasta di trascorrere ore nel laboratorio di chimica organica. Una delle sue frasi più note è quella di «La vocazione scientifica non nasce, si fa».

Margarita Salas ha incontrato Severo Ochoa e lui le ha suggerito di accompagnarlo a una conferenza sulle indagini. In questo discorso di esperti, un'altra azione per la biochimica. Al quarto anno di laurea ha incontrato colui che sarebbe stato l'amore della sua vita chiamato Eladio Viñuela. È un uomo intelligente, bello e interessante con molteplici interessi. A quel tempo la laurea era molto descrittiva e suo marito Eladio amava la genetica. Entrambi si sono subito piaciuti e quando hanno finito gli studi sono diventati fidanzati.

Studi e ricerche

camere margarita

Eladio iniziò a conseguire un dottorato in genetica presso il suo stesso centro di ricerca biologica. Tuttavia, si rese conto che il tipo di genetica che stava studiando era in realtà quello che gli piaceva di più. Era interessato alla genetica più adatta alla biochimica, essendo il nucleo dello studio più molecolare. Di conseguenza, gli ha chiesto di fare la tesi insieme. Si sono sposati nel 1963 e hanno potuto svolgere la tesi grazie a un decennio che consisteva in 12000 delle vecchie pesetas.

Alla fine di tutto il lavoro che stavano sviluppando nel laboratorio di Sols, decisero di seguire i consigli che Severo Ochoa aveva dato loro. Si sono trasferiti in un laboratorio che aveva a New York e sono stati in grado di realizzare i loro desideri grazie alle borse di studio e al sostegno finanziario che hanno ricevuto. In questo laboratorio, non si è mai sentita discriminata in quanto donna. Tutti i pappagalli hanno avuto il riconoscimento che meritavano. Dopo diversi anni in questo laboratorio hanno deciso di tornare in Spagna per poter sviluppare qui la biologia molecolare. Sapevano che potevano essere trovati in un'area in cui l'interesse scientifico era minore e quindi era impossibile indagare. In questa situazione tornerebbero negli Stati Uniti.

La prima domanda importante che hanno sollevato è stata la scelta dell'argomento del lavoro su ciò che volevano indagare e portare avanti. Non intendevano solo continuare con le indagini che avevano svolto nel laboratorio di Ochoa, poiché in Spagna non potevano competere con questo centro. Quindi, scelsero il fago Phi29, che era morfologicamente piuttosto complesso. Questo fago non è altro che un virus che infetta i batteri. Questo studio gli sembrava piuttosto interessante, poiché si tratta di un virus che aveva dato origine ai primi contributi alla genetica molecolare negli anni 'XNUMX.

L'obiettivo di entrambi era svelare tutti i meccanismi utilizzati dai virus per la loro morfogenesi. Cioè, come le particelle virali si sono formate dai componenti. Sappiamo che i componenti principali sono proteine ​​e materiale genetico. Oltre a raggiungere l'obiettivo, avevano bisogno di capitali stranieri. Dato che la Spagna non aveva soldi per la ricerca, Severo Ochoa ha ottenuto loro i finanziamenti per essere gli unici ricercatori in un laboratorio che hanno dovuto attrezzare a poco a poco.

I contributi di Margarita Salas alla scienza

ricerca e scienza

In Spagna, Margarita Salas si è sentita discriminata in quanto donna. In laboratorio non aveva problemi con i dottorandi, ma dall'esterno del laboratorio era solo la moglie di Eladio Viñuela. Questo era terribilmente ingiusto, poiché anche lei aveva i suoi meriti. Per porre fine a questa discriminazione, negli anni 'XNUMX è iniziata un'indagine sul virus della peste suina africana. La ricerca Phi29 era esclusivamente sotto la direzione di Margarita. È così che ha potuto dimostrare di essere in grado di svolgere la ricerca da sola senza bisogno di Eladio ed è diventata una scienziata con il proprio nome e non solo "la moglie di".

Si sapeva che è un virus e non giocava per l'uomo ma che infetta i batteri Bacillus subtilis. La prima cosa che si è potuta scoprire grazie a Margarita Salas è stata che il DNA ha una proteina essenziale attaccata alle sue estremità in modo che possa iniziare a duplicarla. Era la prima volta che una tale proteina poteva essere trovata legata al DNA di un essere vivente. Tutto questo è stato una scoperta in un nuovo meccanismo per la replicazione del materiale genetico. Grazie a queste scoperte, è stato possibile utilizzare un modello per analizzare altri virus che hanno anche questo tipo di proteine. Tutti questi video hanno generalmente una gestione peggiore, quindi questo progresso è stato abbastanza rilevante.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più su Margarita Salas e sulla sua biografia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.