Buco nero nella Via Lattea

buco nero nella via lattea

Gli astronomi stimano che ci siano circa 100 milioni di buchi neri che vagano tra le stelle nella nostra galassia, ma finora non hanno identificato un solo buco nero. Tuttavia, dopo sei anni di meticolose osservazioni, il telescopio spaziale Hubble ha fornito la prima prova diretta di un buco nero solitario che si sposta nello spazio interstellare misurando con precisione la massa dell'oggetto fantasma. Si tratta di un buco nero nella Via Lattea.

In questo articolo vi parleremo delle caratteristiche, dell'origine e molto altro del buco nero nella Via Lattea.

cos'è un buco nero

via lattea e buco nero

Prima di tutto, devi sapere bene cos'è un buco nero poiché ci sono molti miti su di esso. Un buco nero è un fenomeno astronomico che si verifica quando una stella massiccia collassa sotto l'influenza della propria gravità. dando origine a una regione dello spazio con una densità incredibilmente alta e un'attrazione gravitazionale estremamente forte. In queste condizioni la materia viene compressa in modo tale che il suo volume si riduce praticamente a zero, creando una singolarità, un punto di densità infinita al centro del buco nero.

La caratteristica distintiva di un buco nero è il suo orizzonte degli eventi, che è un confine immaginario attorno ad esso oltre il quale né la luce né qualsiasi altra cosa può sfuggire. Ciò significa che qualsiasi oggetto che attraversa questo confine sarà irrimediabilmente intrappolato all'interno del buco nero, dando l'apparenza di un "buco" nello spazio.

I buchi neri non sono direttamente visibili, poiché non emettono luce, ma la loro presenza può essere inferita attraverso i loro effetti sulla materia circostante.

Buco nero nella Via Lattea

Scoperto buco nero nella Via Lattea

Finora, tutte le masse dei buchi neri sono state dedotte statisticamente o attraverso interazioni nei sistemi stellari binari o nei nuclei galattici, rendendo questa scoperta molto speciale.

Il buco nero canaglia appena scoperto si trova a circa 5.000 anni luce di distanza nel braccio a spirale Carina-Sagittario della Via Lattea. Tuttavia, le loro scoperte hanno permesso agli astronomi di stimare che il buco nero isolato di massa stellare più vicino alla Terra potrebbe trovarsi a soli 80 anni luce di distanza, il che è relativamente vicino considerando che la stella più vicina al nostro sistema solare, Proxima Centauri, è appena finita. 4 anni luce di distanza. I buchi neri di massa stellare spesso incontrano stelle compagne, rendendo questo insolito.

Buchi neri nella Via Lattea nascono da rare stelle giganti almeno 20 volte la massa del Sole, che costituiscono meno di un millesimo del numero totale di stelle nella Via Lattea. Queste stelle esplodono come supernove, i cui nuclei vengono schiacciati dalla gravità e diventano buchi neri. Poiché l'autoesplosione non è perfettamente simmetrica, questo buco nero potrebbe esplodere e attraversare la nostra galassia, diventando un buco nero errante.

Rivelazione di buchi neri

buco al centro della galassia

I telescopi non possono fotografare un buco nero ribelle perché non emette luce. Tuttavia, un buco nero deforma lo spazio, che poi si piega e amplifica la luce di una stella, o qualunque cosa si trovi temporaneamente dietro di essa.

Quindi, per rilevare i buchi neri, i telescopi terrestri monitorano la luminosità di milioni di stelle in ricchi campi stellari e in direzione del rigonfiamento centrale della Via Lattea, alla ricerca di un improvviso e pronunciato schiarimento che riveli enormi buchi neri. Gli oggetti passano tra noi e le stelle.

La distorsione dello spazio causata dall'attrazione gravitazionale di un oggetto in primo piano che passa davanti a una stella lontana piega temporaneamente e amplifica la luce della stella sullo sfondo mentre passa davanti ad essa. Gli astronomi usano questo fenomeno, chiamato microlente gravitazionale, per studiare stelle ed esopianeti. Ma la firma del buco nero in primo piano è unica tra gli altri eventi di microlensing.

La forte gravità del buco nero prolungherà la durata dell'effetto lente di oltre 200 giorni. Inoltre, se l'oggetto intermedio è una stella in primo piano, può causare un breve cambiamento di colore nella luce stellare misurata perché la luce delle stelle in primo piano e dello sfondo si mescolano temporaneamente. Ma non sono stati osservati cambiamenti di colore durante gli eventi di microlente gravitazionale.

Hubble è stato quindi utilizzato per misurare la massa, la distanza e la velocità del buco nero. Ciò ha portato il team di Kailash Sahu presso lo Space Telescope Science Institute di Baltimora, nel Maryland, a stimare la sua massa a circa sette masse solari.

Spiegazione alternativa del buco nero nella Via Lattea

Da parte sua, un altro team di astronomi guidato da Casey Lam dell'Università della California, Berkeley, che ha anche studiato il fenomeno, ha riportato misurazioni leggermente inferiori della sua massa, il che significa che l'oggetto potrebbe essere un buco nero o una stella di neutroni. quindi sì, lo fanno. Non escludo la seconda possibilità.

Pertanto, lo stimano la massa dell'oggetto compatto invisibile è compresa tra 1,6 e 4,4 volte la massa del Sole. All'estremità superiore dell'intervallo, l'oggetto sarà un buco nero; all'estremità superiore dell'intervallo, l'oggetto sarà un buco nero; all'estremità superiore dell'intervallo, l'oggetto sarà un buco nero. All'estremità inferiore, sarebbe una stella di neutroni.

Sebbene ci siano circa 100 milioni di buchi neri isolati che vagano per la nostra galassia, per gli astronomi di Hubble, trovarne anche il minimo accenno è come cercare un ago in un pagliaio.

“Per quanto vogliamo dire che è sicuramente un buco nero, dobbiamo considerare tutte le opzioni. Ciò include buchi neri meno massicci e forse anche stelle di neutroni", ha spiegato Jessica Lu del team di Berkeley. "Ma qualunque cosa sia, questo oggetto è il primo residuo di stella oscura trovato nella Via Lattea senza la compagnia di un'altra stellaAriete aggiunto.

Ottenere le misurazioni è stato un compito difficile per entrambi i team perché un'altra stella molto luminosa era molto vicina all'oggetto osservato. "È come cercare di misurare i minuscoli movimenti di una lucciola accanto a una lampadina luminosa", ha detto Sahu. "Abbiamo dovuto sottrarre attentamente la luce dalle stelle luminose vicine per misurare con precisione la deflessione dalla debole sorgente".

Il team di Sahu lo stima il buco nero isolato viaggia attraverso la Via Lattea a 100.000 miglia all'ora, abbastanza veloce da viaggiare dalla Terra alla Luna in meno di tre ore. È più veloce della maggior parte delle altre stelle vicine in questa regione della nostra galassia.

Spero che con queste informazioni tu possa saperne di più sul buco nero nella Via Lattea scoprendo le sue caratteristiche.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.