Buco nello strato di ozono

Buco nello strato di ozono

Lo strato di ozono è l'area in cui sarà effettuato il trattamento dove la concentrazione di ozono è superiore al normale. Questo strato ci protegge dalle dannose radiazioni ultraviolette del sole. Tuttavia, l'emissione di alcune sostanze chimiche note con il nome di clorofluorocarburi a ha causato a buco nello strato di ozono. Questo buco è noto da decenni e si sta riducendo grazie al protocollo di Montreal.

In questo articolo ti diremo tutto ciò che devi sapere sul buco nello strato di ozono.

Definizione dello strato di ozono

Per prima cosa sappiamo cos'è lo strato di ozono. È una sorta di strato protettivo che si trova nella stratosfera. Questo strato ha agito come un filtro per la radiazione solare ultravioletta che è dannosa per gli esseri viventi. Non serve da scudo contro questa radiazione ultravioletta in un modo che garantisce la vita sulla terra come la conosciamo oggi.

Nonostante il fatto che questo strato sia molto importante per la sopravvivenza, sembra che gli esseri umani siano ancora determinati a distruggerlo. Clorofluorocarburi Sono sostanze chimiche che attraverso varie reazioni distruggono l'ozono presente nella stratosfera. È un gas composto da fluoro, cloro e carbonio. Quando questa sostanza chimica raggiunge la stratosfera, reagisce fotoliticamente con la radiazione ultravioletta del sole. Questo fa sì che la molecola si decomponga e vogliono atomi di cloro. Il cloro reagisce con l'ozono nella stratosfera, provocando la formazione di atomi di ossigeno e la scomposizione dell'ozono. In questo modo, l'emissione di queste sostanze chimiche causa continuamente la distruzione dello strato di ozono.

Inoltre, si deve tener conto del fatto che queste sostanze chimiche hanno una lunga vita utile nell'atmosfera. Grazie al protocollo di Montreal, l'emissione di queste sostanze chimiche è stata totalmente vietata. Tuttavia, fino ad oggi, lo strato di ozono è ancora danneggiato. Il buco nello strato di ozono sta migliorando notevolmente nei decenni precedenti. Diamo uno sguardo più da vicino a questo.

Buco nello strato di ozono

Buco dell'ozono migliorato

L'ozono si trova nella stratosfera ad un'altezza compresa tra 15 e 30 chilometri. Questo strato è costituito da molecole di ozono che a sua volta è composto da 3 atomi di ossigeno atomico. La funzione di questo strato è quella di assorbire la radiazione ultravioletta B, fungendo da filtro per ridurre i danni.

La distruzione dello strato di ozono si verifica quando ci sono reazioni chimiche che causano la distruzione di questo ozono stratosferico. La radiazione solare incidente viene filtrata dallo strato di ozono ed è qui che le molecole di ozono si scompongono attraverso la radiazione ultravioletta B. Quando ciò accade, le molecole di ozono si dissociano in ossigeno e biossido. Questo processo è chiamato fotolisi. Significa la scomposizione di una molecola per azione della luce.

Le forme di biossido e ossigeno non sono completamente dissociate, ma si ricongiungono formando nuovamente ozono. Questo passaggio non avviene sempre ed è ciò che provoca buchi nello strato di ozono. Le principali cause di quelli che distruggono lo strato di ozono a velocità accelerata sono dovuti all'emissione di clorofluorocarburi. Anche se abbiamo detto che la luce incidente del sole distrugge l'ozono, lo fa in modo tale che l'equilibrio sia neutro. Cioè, la quantità di ozono che si scompone per fotolisi è uguale o inferiore alla quantità di ozono che è in grado di formarsi per associazione tra molecole.

Ciò significa che la causa principale della rottura dello strato di ozono è dovuta all'emissione di clorofluorocarburi. L'Organizzazione meteorologica mondiale afferma che il recupero dello strato di ozono avverrà intorno all'anno 2050 grazie al divieto di questi prodotti. Tieni presente che tutte queste sono stime poiché, anche se queste sostanze chimiche vengono interrotte, rimangono nell'atmosfera per decenni.

Conseguenze del buco nello strato di ozono

In particolare, il buco dell'ozono è principalmente sull'Antartide. Nonostante la maggior parte dei gas dannosi per lo strato di ozono siano stati emessi nei paesi sviluppati, esiste una corrente atmosferica che trasporta questi gas verso l'Antartide. Inoltre, a questo bisogna aggiungere il tempo che questi gas rimangono nell'atmosfera e che sono in grado di danneggiare l'ozono.

Grazie alla circolazione generale del pianeta, questi gas hanno beneficiato delle basse temperature nell'emisfero meridionale e hanno in gran parte rotto questa concentrazione di ozono. Ed è che la distruzione di detto strato se accentuava più bassa era la temperatura. Ciò fa sì che la diminuzione della concentrazione di ozono aumenti in inverno mentre si riprende in primavera.

Ci sono varie conseguenze del deterioramento o della distruzione dello strato di ozono. Analizzeremo cosa sono a seconda di chi influenzano.

Conseguenze per la salute umana

  • Cancro della pelle: È una delle malattie più note legate all'esposizione ai raggi ultravioletti B. È necessario prendere il sole con protezione poiché la malattia non si manifesta al momento, ma negli anni.
  • Affezione del sistema immunitario: Agire sull'organismo riduce gradualmente la capacità di proteggersi dalle malattie infettive.
  • Disturbi della vista: può portare a cataratta e presbiopia più spesso.
  • Problemi respiratori: Alcuni problemi sono l'asma dovuto all'aumento dell'ozono negli strati inferiori dell'atmosfera.

Conseguenze sugli animali terrestri e marini

Colpisce negativamente tutti gli animali terrestri e ha conseguenze simili per l'uomo. Per quanto riguarda la fauna marina, questa radiazione raggiunge la superficie in un modo che colpisce direttamente il fitoplancton negli oceani. Questo fitoplancton ha le loro popolazioni ridotte a tal punto da influire sulla catena alimentare.

Conseguenze sulle piante

L'incidenza di questa radiazione ultravioletta più dannosa influisce sullo sviluppo delle specie vegetali, facendo variare i loro tempi di fioritura e crescita. Tutto ciò influisce sulla riduzione delle popolazioni di piante e colture.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul buco nello strato di ozono.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.