brontofobia

Chi non ha mai avuto paura di un temporale, di un fulmine o del forte rumore di un tuono.  È più comune essere colpiti quando un fulmine colpisce relativamente vicino o quando il tuono rimbomba rumorosamente in tutta la casa.  Tuttavia, c'è una paura molto comune durante l'infanzia di fulmini e tuoni che è nota come brontofobia.  Non è altro che la paura di fulmini e tuoni che si ha fin dall'infanzia e che, se trattata in tempo, potrebbe non attecchire nell'età adulta.  In questo articolo, ti diremo in dettaglio cos'è la brontofobia, quali sintomi ha e cosa si può fare per trattarla correttamente.  Che cos'è la brontofobia? Questo disturbo è l'ansia ed è correlato alla paura fobica delle tempeste.  Fulmini e tuoni offrono anche paura nella persona.  Ad esempio, con il semplice rumore di un tuono, la persona con brontofobia può iniziare a tremare di paura, sentirsi male, sentirsi sopraffatta e generalmente sentirsi male.  È una paura piuttosto esagerata, irrazionale e incontrollabile che si sviluppa in una risposta ansiosa ogni volta che la persona è esposta a questi agenti della natura.  In conseguenza della risposta ansiosa, tende a originarsi un repertorio di condotte, atti e comportamenti diversi che vengono posti in essere con l'intento di evitare questa situazione che produce paura nella persona.  Questa persona vuole fuggire dalla situazione che lo disturba il prima possibile.  Normalmente, la brontofobia di solito inizia a manifestarsi in età precoce.  Per i bambini aver paura delle tempeste è del tutto naturale.  Tuttavia, se questa paura si intensifica e cresce nel tempo, può trasformarsi in una vera fobia.  Se le tempeste sono comuni nell'area in cui vive una persona con brontofobia, questa fobia può interferire in modo significativo con lo sviluppo della vita di quella persona.  Immagina che una persona che ha paura dei temporali si trovi in ​​un'area in cui ci sono 1 o 2 temporali al mese.  Sarà continuamente esposto a paure inutili per il semplice fatto di non trattarlo bene sin dalla giovane età.  Esistono trattamenti psicologici efficaci per le persone con questa fobia.  Disturbi d'ansia Per sapere di avere la brontofobia, i disturbi d'ansia sono un buon sintomo da tenere in considerazione.  Il sintomo o la conseguenza più diretta della brontofobia è vedere che la persona che ne soffre cerca sempre di evitare o di fuggire dalle situazioni costanti in cui ha paura.  Ad esempio, semplicemente vedendo alcune nuvole scure, prova a spostarti da un altro lato dove non ce ne sono.  Il solo pensiero che ci sarà una tempesta la rende molto nervosa, irritabile e spaventata.  Queste sono le caratteristiche principali della persona con brontofobia: • Questa persona avrà una paura eccessiva e sproporzionata della situazione in cui si trova.  • La paura che hai di solito non ha molta logica.  È irrazionale o basato su idee totalmente sbagliate.  Idee come quel fulmine può colpire all'interno della casa, che il rumore del tuono può rompere le finestre, ecc.  • Coloro che soffrono di questa paura non possono controllarla, anche se hanno qualcuno al loro fianco che li sostiene e gli dice che non gli succederà niente di male.  • Normalmente, la persona con brontofobia cerca disperatamente di fuggire dalle situazioni in cui avrà detto paura irrazionale.  • Se questa persona non si sottopone al trattamento della paura, può diventare permanente e causare conseguenze peggiori.  Sintomi della brontofobia Il primo e più comune è il disturbo d'ansia di cui sopra.  Ciò non significa che tutte le persone manifesteranno la fobia allo stesso modo.  Ogni persona ha il suo modo di esprimersi e possiamo vedere, in modo generalizzato, quali sono i sintomi principali: Sintomi fisici La paura e l'ansia vissute solitamente danno una serie di cambiamenti e alterazioni nel corpo.  Troviamo: • Aumento della frequenza cardiaca.  • Mal di testa.  • Maggiore respirazione per unità di tempo.  • La persona ha il fiato corto.  • Tensione nei muscoli.  • Aumento della sudorazione.  • Nausea o vomito.  • Perdita di coscienza nei casi peggiori.  Sintomi cognitivi La brontofobia non ha solo questi sintomi fisici in cui possiamo apprezzare dall'esterno la sofferenza della persona quando vediamo che c'è o sta arrivando una tempesta.  Ci sono anche sintomi cognitivi.  Ad esempio, la persona colpita può avere idee incontrollabili e prive di significato sul vero pericolo rappresentato dalle tempeste.  Le conseguenze di un fenomeno meteorologico sono immaginate in modo catastrofico.  Che ci crediate o no, ha anche paura di perdere la testa e di non sapere come agire razionalmente.  Per questo motivo, vuoi sempre evitare situazioni in cui sei esposto alla tempesta.  Sintomi comportamentali Questi due sintomi precedenti portano a comportamenti chiaramente diversi da quelli delle altre persone.  Il più indicativo è fuggire da detta situazione temuta o fuggire quando lo stimolo sta già manifestandosi.  D'altra parte, se la persona non può fuggire dalla tempesta, proverà a fare ogni genere di cose per non pensarci o cercare di dimenticare di essere in tempesta. Come trattarla La brontofobia può essere una malattia che spreca, specialmente se la persona che soffre è continuamente esposto a queste tempeste da un clima che lo favorisce.  La terapia cognitiva e comportamentale raggiunge risultati fantastici nel trattamento di questa fobia.  Quando inizi un trattamento, cerchi di attuare una serie di tecniche con l'obiettivo di eliminare i 3 sintomi che abbiamo visto in precedenza.  Attraverso la ristrutturazione cognitiva, le convinzioni irrazionali sulle tempeste possono essere modificate in modo che la persona possa ridurre il resto dei sintomi.  Se una persona sa che la tempesta non è pericolosa a quel punto, può essere più calma.  La scienza aiuta molto in questo.  D'altra parte, le notizie negative sui fulmini nelle persone causano ancora più paura nelle persone.  Durante il trattamento, devi sapere come spiegarli ma senza ometterli o mentire al riguardo.

Chi non ha mai avuto paura di un temporale, di un fulmine o del forte rumore di un tuono. È più comune essere colpiti quando un fulmine colpisce relativamente vicino o quando il tuono rimbomba rumorosamente in tutta la casa. Tuttavia, c'è una paura molto comune durante l'infanzia fulmini e tuoni che è noto come brontofobia. Non è altro che la paura dei fulmini e dei tuoni che si ha fin dall'infanzia e che, se trattata per tempo, potrebbe non attecchire nell'età adulta.

In questo articolo, ti diremo in dettaglio cos'è la brontofobia, quali sintomi ha e cosa si può fare per trattarla correttamente.

Cos'è la brontofobia

Questo disturbo è l'ansia ed è correlato alla paura fobica di tormentas. Fulmini e tuoni offrono anche paura nella persona. Ad esempio, con il semplice rumore del tuono, la persona che ha la brontofobia può iniziare a tremare di paura, sentirsi male, sopraffatta e, in generale, sentirsi male. Si tratta di una paura abbastanza esagerata, irrazionale e incontrollabile che si sviluppa in una risposta ansiosa ogni volta che la persona è esposta a questi agenti della natura.

In conseguenza della risposta ansiosa, tende a originarsi un repertorio di condotte, atti e comportamenti diversi che vengono eseguiti con l'intento di evitare questa situazione che produce paura nella persona. Questa persona vuole fuggire il prima possibile dalla situazione che lo turba.

Tipicamente, la brontofobia di solito inizia a manifestarsi in età precoce. Per i bambini aver paura delle tempeste è del tutto naturale. Tuttavia, se questa paura si intensifica e cresce nel tempo, può trasformarsi in una vera fobia. Se le tempeste sono comuni nell'area in cui vive una persona con brontofobia, questa fobia può interferire in modo significativo con lo sviluppo della vita di quella persona. Immagina che una persona con paura dei temporali si trovi in ​​un'area in cui ci sono 1 o 2 temporali al mese. Sarà continuamente esposto a paure inutili per il semplice fatto di non trattarlo bene fin dalla giovane età.

Esistono trattamenti psicologici efficaci per le persone con questa fobia.

Disturbi d'ansia

Sintomi di brontofobia

Per sapere che hai la brontofobia, i disturbi d'ansia sono un buon sintomo a cui prestare attenzione. Il sintomo o la conseguenza più diretta della brontofobia è vedere che la persona che ne soffre cerca sempre di evitare o di fuggire dalle situazioni costanti in cui ha paura. Ad esempio, semplicemente vedendo alcune nuvole scure, prova a spostarti da un altro lato dove non ce ne sono. Il solo pensiero che ci sarà una tempesta la rende molto nervosa, irritabile e spaventata.

Queste sono le principali caratteristiche della persona con brontofobia:

  • Questa persona avrà una paura eccessiva e sproporzionata della situazione in cui si trova.
  • La paura che hai di solito non ha molta logica. È irrazionale o basato su idee totalmente sbagliate. Idee come quel fulmine può colpire all'interno della casa, che il rumore del tuono può rompere le finestre, ecc.
  • Chi soffre di questa paura non può controllarlaAnche se hai qualcuno al tuo fianco che ti sostiene e ti dice che non ti succederà niente di male.
  • Di solito, la persona con brontofobia cerca disperatamente di fuggire da situazioni in cui avrà una paura così irrazionale.
  • Se questa persona non si sottopone al trattamento della paura, può diventare permanente e portare conseguenze peggiori.

Sintomi di brontofobia

Trattamento di brontofobia

Il primo e più comune è il disturbo d'ansia di cui sopra. Ciò non significa che tutte le persone manifesteranno la fobia allo stesso modo. Ogni persona ha il suo modo di esprimersi e possiamo vedere, in modo generalizzato, quali sono i sintomi principali:

Sintomi fisici

La paura e l'ansia sperimentate di solito provocano una serie di cambiamenti e alterazioni nell'organismo. Abbiamo incontrato:

  • Aumento della frequenza cardiaca
  • Maggiore respirazione per unità di tempo.
  • La persona si sente a corto di fiato.
  • Tensione nei muscoli.
  • Aumento della sudorazione
  • Nausea o vomito
  • Perdita di coscienza nei casi peggiori.

Sintomi cognitivi

La brontofobia non ha solo questi sintomi fisici in cui possiamo apprezzare dall'esterno la sofferenza della persona quando vediamo che c'è o sta arrivando una tempesta. Ci sono anche sintomi cognitivi. Per esempio, la persona colpita può avere idee incontrollabili e prive di significato sul vero pericolo rappresentato dalle tempeste. Le conseguenze di un fenomeno meteorologico sono immaginate in modo catastrofico. Che ci crediate o no, ha anche paura di perdere la testa e di non sapere come agire razionalmente. Per questo motivo, vuoi sempre evitare situazioni in cui sei esposto alla tempesta.

Sintomi comportamentali

Questi due sintomi precedenti portano a un comportamento chiaramente diverso da quello delle altre persone. Il più indicativo è fuggire da detta situazione temuta o fuggire quando lo stimolo sta già manifestandosi. D'altra parte, se la persona non può fuggire dalla tempesta, proverà a fare ogni genere di cose per non pensarci o cercare di dimenticare di essere sotto una tempesta

Come trattare la brontofobia

brontofobia

La brontofobia può essere una malattia del deperimento, soprattutto se la persona che ne soffre è continuamente esposta a queste tempeste a causa di un clima che la favorisce. La terapia cognitiva e comportamentale raggiunge risultati fantastici nel trattamento di questa fobia.

Quando inizi un trattamento, cerchi di attuare una serie di tecniche con l'obiettivo di eliminare i 3 sintomi che abbiamo visto in precedenza. Attraverso la ristrutturazione cognitiva, le convinzioni irrazionali sulle tempeste possono essere modificate in modo che la persona possa ridurre il resto dei sintomi. Se una persona sa che la tempesta non è pericolosa a quel punto, può essere più calma. La scienza aiuta molto in questo.

D'altra parte, le notizie negative sui fulmini nelle persone causano ancora più paura nelle persone. Durante il trattamento, devi sapere come spiegarli ma senza ometterli o mentire al riguardo.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulla brontofobia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.