Analmma

posizione solare nell'anno

Se osserviamo il sole tutti i giorni alla stessa ora dopo un anno intero vedremo come, sovrapponendo le foto, forma una forma di 8. Questo è noto come analemma e che sia dovuto all'inclinazione dell'asse terrestre e alla traslazione della Terra in un'orbita leggermente ellittica.

In questo articolo ti spiegheremo in cosa consiste il fenomeno conosciuto come analemma, le sue caratteristiche e la sua importanza.

Cos'è un analemma

forma del sole

Un analemma è un termine che È usato in astronomia e geografia per riferirsi a una figura a forma di otto (8) che si forma quando si registrano le posizioni del Sole nel cielo alla stessa ora del giorno e nello stesso luogo nel corso di un anno. Questo schema a forma di otto è dovuto all'inclinazione dell'asse terrestre e alla sua orbita ellittica attorno al Sole.

L'analemma è costituito da due componenti principali: la componente settentrionale e la componente meridionale. La componente settentrionale è la sommità degli "otto" e mostra le posizioni del Sole durante il periodo primaverile ed estivo nell'emisfero settentrionale, quando il Sole è più alto nel cielo. La componente meridionale, invece, corrisponde al periodo autunnale e invernale nell'emisfero settentrionale, quando il Sole è più basso nel cielo.

Questo fenomeno è il risultato della combinazione di due movimenti della Terra: l'inclinazione del suo asse e la sua orbita ellittica attorno al Sole. L'inclinazione dell'asse terrestre fa sì che il Sole appaia in diverse posizioni nel cielo durante tutto l'anno, mentre l'orbita ellittica fa sì che la Terra si muova a velocità diverse lungo tutta la sua orbita, che influenza anche la posizione apparente del Sole.

L'analemma è una rappresentazione grafica dell'equazione del tempo, che è la differenza tra il tempo solare reale e il tempo solare medio. Questa differenza è dovuta al fatto che l'orbita della Terra non è perfettamente circolare e la velocità con cui si muove attorno al Sole varia durante l'anno. Pertanto, l'analemma è un modo visivo per mostrare come il tempo solare "reale" può variare rispetto al tempo solare medio durante tutto l'anno.

Un po 'di storia

misurazione dell'analemma

Già nel Medioevo era necessario determinare l'ora dell'equinozio per determinare i primi equinozi, e in quest'anno [1475] Paolo del Pozzo Toscanelli calcolò la disposizione dei primi meridiani, che non solo fornirono con grande precisione gli eventi del mezzogiorno , Ma È anche possibile determinare il periodo dell'anno.

Questa meridiana è stata costruita nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze, in Italia. La meridiana era realizzata con listelli di marmo sul pavimento e nella parete sud veniva praticato un foro per consentire il passaggio di un punto luminoso che indicava sulla scala la data dell'anno. Questa procedura di costruzione del meridiano era conosciuta come analemma.

I progressi della meccanica nel XVIII secolo resero gli orologi meccanici sempre più precisi e con l'avvento dell'orologio a pendolo divenne possibile misurare i minuti con grande precisione. A questo punto comincia ad apparire la differenza tra il tempo solare misurato dalle meridiane e il tempo civile misurato meccanicamente dai tradizionali orologi meccanici, che è data dall'equazione del tempo. Fu probabilmente intorno a questa data che il termine analemma si confuse, passando da un procedimento cronologico a una rappresentazione nello spazio grafico.

Schema che segue

analemma

Poiché l'asse terrestre è inclinato di un angolo di 23,4 gradi, La posizione del Sole nel cielo sembra cambiare man mano che la Terra completa la sua rotazione attorno al Sole. Mentre la Terra orbita attorno al Sole sul suo asse inclinato, la posizione percepita del Sole nel cielo cambia su e giù in direzione nord-sud. Ciò si traduce nella formazione del modello a figura 8 composto da due anelli.

Durante l'estate si forma la parte superiore della figura dell'analemma. Con l’avanzare dell’estate, il Sole sale gradualmente più in alto nel cielo e raggiunge infine il suo apice durante il solstizio d’estate. Dopo il solstizio d'estate, la posizione percepita del Sole inizia la sua discesa nel cielo, producendo l'anello iniziale dello schema. Questo fenomeno si replica anche nella stagione invernale, determinando la creazione del secondo anello nella traiettoria a forma di otto.

Supponendo che l'orbita della Terra fosse ellittica, ma Senza alcuna inclinazione assiale, l'analemma solare assumerebbe una forma ovale. L'analemma, visto dall'equatore, sarebbe una linea retta che corre orizzontalmente da ovest a est.

Nel caso in cui l'orbita della Terra fosse circolare, la sua inclinazione assiale produrrebbe una curva analemma a forma di 8 di dimensioni perfettamente simmetriche sia per l'anello superiore che per quello inferiore. Tuttavia, questa non è una rappresentazione accurata. Orbita terrestre È ellittico e il Sole è decentrato rispetto al suo percorso. Questa discrepanza fa sì che un punto sul percorso, chiamato Perielio, sia più vicino al Sole rispetto all'altro punto, chiamato Afelio.

Come si genera l'analemma

La velocità di rotazione della Terra attorno al Sole varia a seconda della sua posizione nel suo percorso orbitale. Quando il pianeta si trova nel punto più vicino al Sole, noto come perielio, che avviene intorno al solstizio d'inverno, si muove a un ritmo più veloce. Al contrario, quando la Terra si trova nel punto più lontano dal Sole, Afelio, si muove a un ritmo più lento. Questo fenomeno si traduce in una metà inferiore appiattita della curva.

La curva dell'analemma mostra un modello diverso tra gli emisferi settentrionale e meridionale. Nell'emisfero settentrionale, la parte inferiore della curva forma l'anello più ampio, mentre nell'emisfero meridionale, la parte superiore della curva forma l'anello più ampio.

Chi osserva l'analemma al Polo Nord vedrà solo la curvatura superiore, mentre quelli al Polo Sud vedranno solo la porzione inferiore dell'Analemma. Va notato che l'orientamento dell'analemma cambierà a seconda della posizione specifica dell'osservatore sulla superficie terrestre. Ogni pianeta del nostro sistema solare ha il suo analemma individuale.

Spero che con queste informazioni tu possa imparare di più su cos'è l'analemma e sulle sue caratteristiche.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.