New York smetterà di investire nei combustibili fossili

Bill de Plasio, sindaco di New York

Bill de Plasio, sindaco di New York.
Immagine - REUTERS

Una delle città più grandi d'America, New York, inizierà davvero a combattere per affrontare il cambiamento climatico. Come andrà? Intraprendere un'azione legale contro ExxonMobil, ConocoPhilips, Chevron, Royal Dutch Shell e BP, che sono le più importanti compagnie petrolifere, non solo del Nord America, ma del mondo.

Lo ha deciso Bill de Blasio, sindaco democratico di New York e quella che sembra essere l'antitesi di Donald Trump, almeno per ora.

De Plasio è stato diretto e deciso: »Le aziende di combustibili fossili conoscevano l'impatto sul clima e hanno deliberatamente indotto in errore il pubblico per proteggere i propri profitti. Devi pagare». L'obiettivo è chiaro: ritenere le grandi compagnie petrolifere responsabili dei danni che hanno provocato fino ad oggi e, anche, ottenere un risarcimento economico con cui rendere la città più sicura e più resistente all'innalzamento del livello del mare e alle tempeste. tropicale '.

Il cambiamento climatico è reale. I test compaiono quasi quotidianamente. I record storici di temperatura sono infranti, si formano fenomeni meteorologici sempre più pericolosi. Tenendo conto di ciò, è importante investire in energia pulita e rinnovabilee smettila di farlo con i combustibili fossili. Tuttavia, e come potrebbe essere altrimenti, le società che si dedicano all'estrazione di petrolio hanno negato che ciò abbia contribuito al cambiamento climatico. Per essere più precisi, ExxonMobil, Chevron e Royal Dutch Shell hanno affermato che "questo tipo di controversia non contribuisce a questo".

Uragano Harvey

E mi chiedo: è davvero quel petrolio che "accidentalmente" è finito in mare tante volte, come accadde in Galizia 15 anni fa, non ha effetti sull'ambiente? Le auto a benzina o diesel non alterano davvero l'equilibrio naturale dell'atmosfera?

Penso che sia ora di cambiare molte cose. Sedersi e parlare di ciò che è meglio per noi, come esseri umani, ma anche per tutte le altre forme di vita. Perché non siamo soli su questo pianeta.

ulteriori informazioni qui.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.