Mar Morto

Uno dei mari più famosi al mondo per la sua particolarità è il Mar Morto. È famoso per diversi motivi. Il primo è la sua elevata quantità di sale. Ciò significa che la vita nelle sue acque non può svilupparsi e favorisce che il resto degli oggetti possa galleggiare in essa. È anche spesso noto perché menzionato in vari passaggi della Bibbia. Sebbene sia chiamato con il nome di mare, è un lago endoreico che non ha alcun tipo di sbocco.

In questo articolo vi racconteremo tutte le caratteristiche, la geologia e le curiosità del Mar Morto.

caratteristiche principali

Mar Morto

Il Mar Morto è un lago endoreico completamente circondato da terra senza alcun tipo di uscita dall'acqua in uno spazio aperto. Vale a dire, È un lago ipersalino con un'alta concentrazione di sali che supera quella di qualsiasi tipo di mare o oceano. Si trova al confine tra Giordania, Israele e Cisgiordania. Si trova ad una profondità di circa 400 metri sotto il livello del mare. Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui ha una concentrazione di sale così alta.

Se lo guardiamo dalla prospettiva, possiamo vedere che il Mar Morto è uno dei punti più bassi della terra. Cioè, è il corpo d'acqua più basso di tutti. È diviso in due bacini separati da un ponte di terra. Nel complesso siedono su una depressione creata da una crepa o faglia nota come Valle del Giordano. Si trova tra le colline della Giudea e l'altopiano della Transgiordania

La parte settentrionale del Mar Morto è la più grande e profonda. THa una lunghezza di circa 50 chilometri e arriva fino a 400 metri di profondità. Il bacino meridionale, invece, è lungo solo 11 chilometri e profondo solo 4 metri. L'unico fiume che sfocia in questo lago è il fiume Giordano. È l'unico affluente d'acqua continuo che ha questo mare. Di solito scarica una grande quantità di acqua dolce, soprattutto nel bacino settentrionale.

Nella parte meridionale è solitamente alimentato con l'acqua di diversi torrenti. Ma non è un contributo significativo. Ciò significa che il livello del Mar Morto non oscilla durante tutto l'anno. La grande quantità di sale che hanno ammonta a valori di 340 grammi per litro. Uno dei fattori che promuove la grande quantità di sale è che la quantità di acqua dolce che riceve è inferiore alla quantità di acqua che evapora.

In questo caso, abbiamo un'evaporazione dell'acqua di mare molto elevata. Ciò è dovuto al fatto che si trova in una zona con temperature elevate e poca pioggia. I sali trovati in quest'acqua sono cloruro di sodio, cloro di magnesio, cloruro di calcio, cloruro di potassio e bromuro di magnesio. Si può dire che circa il 27% dell'acqua di questo mare è costituita da sostanze solide.

Formazione del mar morto

biodiversità del mar morto

Come accennato in precedenza, il Mar Morto si trova su una fossa tettonica. Cioè, è una depressione che è delimitata da faglie parallele tra loro. Questa faglia si estende su tutta la placca tettonica africana e araba. Prima che questa fossa venga creata, il Mar Mediterraneo era più esteso di adesso. È venuto a occupare tutte le strade e la Palestina durante il periodo giurassico e il cretaceo. Tuttavia, nel Miocene la placca araba si è scontrata con la parte settentrionale della placca eurasiatica. È così che la terra ha cominciato a salire e si è formata la catena montuosa centrale della Palestina. A poco a poco, negli anni, la Rift Valley si è gradualmente formata e si è riempita di acqua di mare.

Già nel Pleistocene c'era una grande quantità di terra tra il Mediterraneo e la valle che si era formata a causa della fessura tra le placche tettoniche. È stato possibile sollevare diversi metri fino a quando l'acqua del mare non è stata ritirata. Ciò ha causato l'isolamento della fossa e delle acque. Anche il Golfo di Aqaba era isolato.

Biodiversità del Mar Morto

galleggiare nel mar morto

Come abbiamo accennato prima, la salinità del Mar Morto è molto alta. Diventa circa 10 volte la salinità dell'oceano. Questo lo rende praticamente un deserto marino in cui solo alcuni esseri viventi sono in grado di abitarlo. Gli unici esseri viventi in grado di sopravvivere in queste condizioni estreme sono batteri, protozoi e alghe unicellulari.

La maggior parte di queste alghe appartiene al genere Dunaliella. Tuttavia, lungo tutta la costa del Mar Morto possiamo trovare alcune piante alofite. Queste piante sono quelle che si adattano a suoli con alte concentrazioni di salinità o alcalinità. Al contrario, non troviamo nessun tipo di pesce, rettili, anfibi e tanto meno mammiferi. In alcune occasioni, alcuni pesci vengono trascinati nelle correnti del fiume e finiscono per morire senza alcuna possibilità di sopravvivenza.

Per questo non si può parlare di biodiversità quando ci si riferisce al Mar Morto. Tuttavia, ciò non significa che questo mare non possieda risorse preziose. Grazie alla sua grande quantità di salinità, i suoi sali possono essere estratti a scopo terapeutico. È inoltre possibile applicare sul corpo il fango che si trova nel fondale poiché ha grandi proprietà benefiche con i suoi minerali.

minacce

Sebbene questo mare non soffra del sovrasfruttamento della pesca, la sua estensione e il suo volume sono stati ridotti negli ultimi decenni. Ciò è dovuto principalmente al fatto che le acque vengono deviate e ci sono grandi sovvenzioni fondiarie che provocano il collasso di alcune aree circostanti. Dal 1960 c'è stata una riduzione del volume totale di acqua. Ciò iniziò ad accadere quando Israele stabilì una stazione di pompaggio sulle rive del Mar di Galilea. Questa stazione di pompaggio ha causato il dirottamento delle acque del fiume Giordano verso altri paesi che lo utilizzavano per essere in grado di fornire e irrigare i raccolti.

Deviando una grande quantità di acqua dal suo affluente principale e avendo una grande quantità di evaporazione, fa sì che il volume dell'acqua in questo mare sia sempre meno. Le acque vengono ridotte di circa 1 metro all'anno.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul Mar Morto.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.