Fauna ordoviciana

animali antichi

L'era Paleozoica ha avuto circa sei periodi e uno di questi è il Periodo ordoviciano. È uno dei periodi che si trova subito dopo il Periodo Cambriano e prima Periodo siluriano. Era caratterizzata principalmente dall'aumento del livello del mare che causava una proliferazione della vita marina e degli ecosistemi. Il Fauna ordoviciana ha avuto una drastica riduzione della biodiversità alla fine del periodo a seguito di un evento di estinzione.

In questo articolo ti diremo tutto ciò che devi sapere sulla fauna dell'Ordoviciano e sulla sua importanza.

Caratteristiche del periodo ordoviciano

estinzione della fauna dell'Ordoviciano

Prima di conoscere gli animali che hanno dominato la fauna dell'Ordoviciano, andremo a conoscere quali erano le caratteristiche generali di questo periodo di tempo. È durato circa 21 milioni di anni con importanti variazioni climatiche tra l'inizio e la fine. All'inizio del periodo c'erano temperature piuttosto elevate, ma col passare del tempo e con una serie di trasformazioni ambientali la temperatura è diminuita notevolmente. Ha avuto un periodo dell'era glaciale.

Una delle caratteristiche per cui spicca il periodo Ordoviciano è il evento di estinzione che ha spazzato via l'85% delle specie di esseri viventi, in particolare gli ecosistemi marini. Per quanto riguarda la geologia del periodo Ordoviciano, troviamo che il pianeta era diviso in 4 supercontinenti: Gondwana (la più grande di tutte), Siberia, Laurentia e Baltica. I fossili che sono stati recuperati dalle rocce di questo periodo presentano principalmente rocce sedimentarie.

Per quanto riguarda il clima, vediamo che all'inizio era caldo e tropicale. Alcune temperature hanno raggiunto valori di 60 gradi Celsius. Tuttavia, alla fine di questo periodo le temperature sono diminuite in modo tale che ci fosse un'importante glaciazione. Questa glaciazione colpì principalmente il continente del Gondwana. A quel tempo, questo continente si trovava nel sud del pianeta. Le cause della glaciazione sono ancora sconosciute, ma molti parlano di una diminuzione delle concentrazioni di anidride carbonica. Sono ancora in corso studi per scoprire la causa.

Vita ordoviciana

periodo ordoviciano

Durante il periodo Ordoviciano ci fu una grande diversificazione della vita. Soprattutto quello che vive nel mare è stato sviluppato. Faremo una breve rassegna sulla flora dell'Ordoviciano. Considerando che quasi tutta la vita si è sviluppata nell'habitat marino, è importante notare che c'erano rappresentanti principalmente dal regno Plantae e alcuni dal regno Fungi.

Le alghe verdi proliferavano nei mari ed erano presenti alcune specie di funghi che svolgevano la funzione come in ogni ecosistema: decomporsi e disintegrare la materia organica morta. Non c'erano quasi ecosistemi terrestri con piante, anche se alcuni piccoli iniziarono a colonizzare la terraferma. Queste sono piante di base molto primitive che non erano vascolari. Non aveva nemmeno lo xilema e il sistema floema. Per questo motivo, dovevano stare molto vicino all'acqua per rendere disponibile questa risorsa.

Fauna ordoviciana

Fauna ordoviciana

Descriveremo cos'era la fauna dell'Ordoviciano e le sue principali caratteristiche. Va sottolineato che la fauna dell'Ordoviciano era davvero abbondante negli oceani. C'era una grande diversità di animali che andavano da quelli più piccoli e primitivi a quelli più evoluti e complessi.

Cominciamo con gli artropodi. È un vantaggio abbastanza abbondante durante l'Ordoviciano. All'interno dei rappresentanti di questo bordo possiamo citare brachiopodi, trilobiti e scorpioni marini. Questi avevano un numero di esemplari e specie che circolavano nei mari di questo tempo. C'erano anche alcune specie di crostacei.

Per quanto riguarda i molluschi, hanno subito una grande espansione evolutiva. In alcuni mari c'erano cefalopodi nautiloidi, bivalvi e gasteropodi. I gasteropodi si trasferirono in riva al mare, ma dovettero tornare a vivere nell'habitat marino come avevano la respirazione branchia. Questo fatto non significava che potessero essere dispersi in tutto l'habitat terrestre. Sebbene i pesci esistessero sin dal Cambriano, i pesci dalla mascella come il coccosteus iniziarono ad apparire durante la fauna dell'Ordoviciano.

I coralli non furono apprezzati da soli, ma iniziarono a raggrupparsi. Durante questo periodo furono generate le prime barriere coralline conosciute. Alcune varietà di spugne si stavano già diversificando rispetto al periodo precedente.

Estinzione di massa della fauna dell'Ordoviciano

Come abbiamo accennato prima, una delle caratteristiche che risalta in questo periodo di tempo è una delle estinzioni che spazzarono via l'85% della fauna esistente in quel periodo. È accaduto circa 444 milioni di anni fa con il limite dei periodi Ordoviciano e Siluriano. Gli specialisti possono solo fare congetture sul motivo per cui è avvenuta questa estinzione. Probabilmente era dovuto ai cambiamenti nelle condizioni ambientali prevalenti in quel momento. Ad esempio, è responsabile dell'estinzione la diminuzione dell'anidride carbonica atmosferica. Ciò ha contribuito alla diminuzione del gas e al suo contributo all'effetto serra. Di conseguenza, c'è stata una diminuzione della temperatura ambientale a livello globale.

Questa diminuzione delle temperature ha causato un'era glaciale che ha colpito principalmente il supercontinente Gondwana. Nella glaciazione sopravvisse solo una bassa percentuale di specie. Un altro motivo per cui gli scienziati ritengono che ci sia stata un'estinzione di massa è perché abbassamento del livello del mare. Questo processo si è verificato a causa dell'approssimazione delle grandi masse terrestri esistenti in quel momento. Ciò ha causato la chiusura dell'oceano Lapetus nella sua interezza. Poiché la maggior parte delle specie esistenti si trovavano in habitat marini, ha causato o l'estinzione della maggior parte di esse.

La glaciazione è la causa principale per eccellenza di questa estinzione. Si ritiene che fosse correlato alla diminuzione dell'anidride carbonica atmosferica. Chi è sopravvissuto è riuscito ad adattarsi alle diminuzioni di temperatura e ai cambiamenti delle condizioni ambientali. L'ultima ragione per cui gli scienziati pensano che l'estinzione sia avvenuta è stata a causa di un'esplosione di supernova. Questa teoria è stata sviluppata nel primo decennio del XNUMX ° secolo e dice che la causa è stata l'esplosione di una supernova nello spazio. Ciò ha provocato l'inondazione della terra con i raggi gamma dell'esplosione.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sulla fauna dell'Ordoviciano.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.