Di che colore è il sole

re stella

Una delle domande che gli esseri umani si sono posti nel corso della storia è Di che colore è il sole. Ed è che quando guardiamo il cielo difficilmente riusciamo ad aprire gli occhi a causa della grande luminosità che offre il re sole. Si è sempre pensato che, sia per l'illuminazione sia per il poco che si vede, il sole sia giallo. Tuttavia, è davvero così?

In questo articolo vi diremo di che colore è il sole e come gli scienziati sono riusciti a scoprirlo.

Il sole è giallo?

Di che colore è il vero sole?

Quando qualcuno ti chiede di disegnare un sole, è probabile che tu non esiti a usare il giallo. O anche, per aggiungere un po 'di colore, abbelliscilo con un po' di arancione o rosso. Alzando gli occhi al cielo, ciò che vediamo è una sfera dorata luminosa, che potrebbe essere un po' più rossa quando cala la notte. Tuttavia, questo è solo un effetto combinato degli occhi e dell'interazione dell'atmosfera sul terreno. In effetti, il sole non è né giallo, né rosso, né arancione.

Il Sole, infatti, come tutte le stelle che emettono luce ed energia, emette particelle di luce lungo tutto lo spettro visibile, note come fotoni. Cioè, se usiamo un prisma per separare la luce solare, la troviamo divisa in rosso, arancione, giallo, verde, blu, viola: tutti i colori visibili all'occhio umano.

In effetti, gli arcobaleni ne sono una grande prova. La luce solare viaggia attraverso l'atmosfera in un giorno di pioggia e si deposita nel mezzo della goccia di pioggia, dove viene diffratta quando entra in contatto con la goccia di pioggia, proprio come una goccia di pioggia è un prisma. Il risultato è la separazione di questa luce compatta in tutti i colori che la compongono: i colori dell'arcobaleno.

Quindi, si può dire che il sole è multicolore? La risposta è no. Allo stesso modo, il sole emette effettivamente tutti questi colori contemporaneamente, quindi il suo colore caratteristico è una miscela di tutti loro: il bianco. Un esempio sono le nuvole, che vediamo bianche a causa del riflesso della luce solare. Se il sole è multicolore, ma il suo colore non cambia in uno, vedremo nuvole di molti colori diversi.

Di che colore è il sole

Di che colore è il sole

Come la maggior parte degli effetti ottici, il colore giallo catturato dalla Terra è dovuto all'atmosfera terrestre. Questo strato di gas che circonda la Terra ha un gran numero di particelle sparse che possono interferire con la propagazione dei fotoni, alterarne le traiettorie e disperderli.

I diversi colori che esistono nello spettro differiscono l'uno dall'altro per le loro lunghezze d'onda. Quindi, il rosso sarà il colore con la lunghezza d'onda più lunga, accorciandosi man mano che ci si sposta lungo la linea spettrale verso l'arancione, il giallo, il verde, ecc., fino al viola, che è quello con la lunghezza d'onda minore. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che le particelle con lunghezze d'onda più piccole tendono ad essere più suscettibili alle interferenze di altre particelle, che ne modificano il movimento e la rifrazione.

Così, quando la luce bianca entra nell'atmosfera e incontra particelle sospese, i colori con lunghezze d'onda più corte, vale a dire viola e blu, si "perdono" in superficie. Solo i più lunghi: rossi, arancioni e gialli, le sostanze note per dare colore al sole. Infatti, se lasciassimo l'atmosfera e andassimo nello spazio, il sole sembrerebbe bianco perché non ci sarebbero particelle intermedie che potrebbero diffrangere le lunghezze d'onda più piccole.

Tuttavia, sorprendentemente, quando la lunghezza d'onda di arrivo più lunga è rossa, il colore più evidente è il giallo. Infatti, spiegano gli scienziati, il colore giallo non è dovuto solo a una specifica lunghezza d'onda del giallo, ma è una miscela di tutti i colori che si possono ottenere: rosso, giallo, arancione e talvolta alcune sfumature di verde.

Perché sembra più rosso al tramonto?

sole al tramonto

Allora perché il colore del sole cambia durante il giorno? Perché il colore è giallastro a mezzogiorno e rosso al tramonto? La soluzione a questo dilemma sta nell'angolo con cui la luce colpisce la superficie. Questo fenomeno è noto in ottica come scattering di Rayleigh e fa apparire il sole di diverse sfumature a seconda del suo angolo rispetto ai pianeti.

Quindi, quando il sole sta tramontando, è più vicino all'orizzonte, per in modo che per raggiungere l'occhio dell'osservatore, la luce attraverserà più particelle atmosferiche perché è più lontana. Ciò si traduce in una maggiore perdita di colori a bassa lunghezza d'onda al volo e l'effetto del rosso è più dominante. All'alba, il cielo diventa rosso all'alba e questo fenomeno si verifica allo stesso modo, solo che questo fenomeno è più luminoso perché compaiono le stelle.

sole di colore verde

Negli ultimi anni, le moderne apparecchiature per l'esplorazione spaziale hanno permesso di sfruttare lo spettro molto ben definito emesso dalla luce solare. Di conseguenza, realizzando grafici dettagliati con i dati raccolti, si è riscontrato che c'era un piccolo picco nell'emissione corrispondente alla lunghezza d'onda verde.

Nonostante sia invisibile all'occhio umano, anche nello spazio, sembra esserci una maggiore intensità nell'emissione del quarto colore, poiché l'emissione continua per tutto lo spettro e il risultato è ancora bianco. Gli scienziati hanno aggiunto che questo fatto potrebbe essere dovuto alla tempistica e all'età della stella, e nel corso degli anni questa emissione potrebbe diminuire e aumentare di nuovo senza influenzare il modo in cui la luce viene ricevuta sulla Terra.

Tuttavia, secondo l'astronomo Gonzalo Tancredi, questa linea di ragionamento è la più plausibile perché dà credito alla spiegazione della tinta gialla del sole. È che, quando le particelle atmosferiche “eliminano” quelle di minore lunghezza, la combinazione di quelle particelle che arrivano produce il colore giallo osservabile. Anche al di sopra, se l'intensità del verde è maggiore, prevarrà il giallo. Nelle parole dello stesso scienziato: “Se lo spettro solare fosse mappato, sembrerebbe una grande montagna, con i picchi corrispondenti alle regioni verdi. Se rimuovi la parte blu di quella montagna e le onde più corte, le cime diventeranno gialle."

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più su che colore è il sole e su come siete riusciti a scoprirlo.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.