Come si formano le montagne

Come si formano le montagne sul pianeta?

Una montagna è conosciuta come l'elevazione naturale del terreno ed è il prodotto delle forze tettoniche, di solito più di 700 metri sopra la sua base. Queste elevazioni del terreno sono generalmente raggruppate in creste o montagne e possono essere lunghe fino a diverse miglia. Fin dall'inizio l'umanità si è sempre chiesta Come si formano le montagne.

Per questo dedicheremo questo articolo a raccontarvi come si formano le montagne, le loro caratteristiche e i processi geologici.

cos'è una montagna

scontro a piastre

Le montagne hanno catturato l'attenzione umana fin dai tempi antichi, spesso associate culturalmente all'elevazione, alla vicinanza a Dio (il paradiso) o come metafora di uno sforzo continuo per ottenere una prospettiva più ampia o migliore. In effetti, l'alpinismo è un'attività sportiva fisicamente impegnativa di immensa importanza nella nostra considerazione della percentuale conosciuta del nostro pianeta.

Ci sono molti modi per classificare le montagne. Ad esempio, a seconda dell'altezza può essere suddiviso in (dal più piccolo al più grande): colline e montagne. Allo stesso modo, possono essere classificati in base alla loro origine come: vulcanici, pieghevoli o pieghevoli.

Infine, i gruppi montuosi possono essere classificati in base alla loro forma ad incastro: se sono uniti longitudinalmente li chiamiamo monti; se sono uniti in modo più compatto o circolare li chiamiamo massicci. Le montagne coprono gran parte della superficie terrestre: Il 53% dall'Asia, il 25% dall'Europa, il 17% dall'Australia e il 3% dall'Africa, per un totale del 24%. Poiché circa il 10% della popolazione mondiale vive in zone montuose, tutta l'acqua dei fiumi si forma necessariamente in cima alle montagne.

Come si formano le montagne

Come si formano le montagne

La formazione delle montagne, nota come orogenesi, è successivamente influenzata da fattori esterni come l'erosione o movimenti tettonici. Le montagne nascono dalle deformazioni della crosta terrestre, solitamente alla congiunzione di due placche tettoniche, che, quando esercitano forze l'una sull'altra, causare il ripiegamento della litosfera, con una vena che scorre verso il basso e l'altra verso l'alto, creando un crinale di vari gradi di elevazione

In alcuni casi, questo processo di impatto fa precipitare uno strato sottoterra, che viene sciolto dal calore per formare magma, che poi risale in superficie per formare un vulcano.

Per semplificare, spiegheremo come si formano le montagne attraverso un esperimento. In questo esperimento spiegheremo come si formano le montagne in modo semplice. Per realizzarlo, abbiamo solo bisogno di: Plastilina di diversi colori, qualche libro e un mattarello.

Innanzitutto, per capire come si formano le montagne, eseguiremo una semplice simulazione degli strati terrestri della Terra. Per questo useremo la plastilina colorata. Nel nostro esempio, abbiamo scelto il verde, il marrone e l'arancione.

La plastilina verde simula la crosta continentale della Terra. In effetti, questa crosta ha uno spessore di 35 chilometri. Se la crosta non si fosse formata, la Terra sarebbe stata completamente ricoperta dall'oceano globale.

La plastilina marrone corrisponde alla litosfera, lo strato più esterno della sfera terrestre. La sua profondità oscilla tra i 10 ei 50 chilometri. Il movimento di questo strato è quello delle placche tettoniche i cui bordi sono dove si formano i fenomeni geologici.

Infine, l'argilla arancione è la nostra astenosfera, che si trova sotto la litosfera ed è la sommità del mantello. Questo strato è sottoposto a tanta pressione e calore da comportarsi plasticamente, permettendo il movimento della litosfera.

parti della montagna

montagne più grandi del mondo

Le montagne sono generalmente costituite da:

  • La parte inferiore del piede o formazione di base, solitamente a terra.
  • Vertice, picco o cuspide. La parte superiore e ultima, la fine della collina, raggiunge la massima altezza possibile.
  • collina o gonna. Unisciti alle sezioni inferiore e superiore del pendio.
  • La parte del pendio tra due cime (due montagne) che formano una piccola depressione o depressione.

Clima e vegetazione

I climi di montagna dipendono generalmente da due fattori: la tua latitudine e l'altitudine della montagna. La temperatura e la pressione atmosferica sono sempre più basse ad altitudini più elevate, normalmente a 5 °C per chilometro di altitudine.

Lo stesso accade con le precipitazioni, che sono più frequenti alle quote più elevate, per cui è possibile che si trovino zone più umide sulle cime delle montagne che in pianura, soprattutto dove nascono i grandi fiumi. Se continui a salire, l'umidità e l'acqua si trasformeranno in neve e infine in ghiaccio.

La vegetazione montana dipende fortemente dal clima e dalla posizione della montagna. Ma di solito accade gradualmente in modo sfalsato man mano che si sale il pendio. Pertanto, nei piani inferiori, vicino ai piedi della montagna, le pianure circostanti o le foreste montane sono ricche di vegetazione, densamente boscose e alte.

Ma man mano che si sale, le specie più resistenti prendono il sopravvento, approfittando delle riserve idriche e delle abbondanti piogge. Al di sopra delle zone boschive si avverte la mancanza di ossigeno e la vegetazione si riduce a prati con arbusti e graminacee. Di conseguenza, le cime delle montagne tendono ad essere più secche, specialmente quelle coperte di neve e ghiaccio.

Le cinque montagne più alte

Le cinque montagne più alte del mondo sono:

  • Monte Everest. Con i suoi 8.846 metri di altezza, è la montagna più alta del mondo, situata in cima all'Himalaya.
  • montagne del K2. Una delle montagne più difficili da scalare al mondo, a 8611 metri sul livello del mare. Si trova tra Cina e Pakistan.
  • Kachenjunga. Situato tra India e Nepal, ad un'altitudine di 8598 metri. Il suo nome si traduce come "cinque tesori tra le nevi".
  • Aconcagua. Situata nelle Ande argentine nella provincia di Mendoza, questa montagna sale a 6.962 metri ed è la vetta più alta delle Americhe.
  • Nevada Ojos del Salado. È uno stratovulcano, parte delle Ande, situato al confine tra Cile e Argentina. È il vulcano più alto del mondo con un'altezza di 6891,3 metri.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più su come si formano le montagne e sulle loro caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.