Capo Horn, la sentinella del cambiamento climatico

capo Horn

Uno dei pochi posti praticamente vergini rimasti sul pianeta, il Capo Horn del Cile, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 2005, è diventata la nuova sentinella del cambiamento climatico.

In un'area dove non c'è quasi nessuna attività umana, dove non c'è inquinamento ed è anche lontana dalle emissioni industriali, in questo angolo di mondo la flora e la fauna hanno vissuto la loro vita senza doversi preoccupare di nulla, fino ad ora.

Sulla punta meridionale del continente americano possiamo trovare alcune delle acque più pulite e alcune delle foreste verdi più vive del mondo. Un'area che per ora è riuscita a sfuggire alla rapida crescita della popolazione umana. Qui, Ricardo Rozzi, biologo e direttore del programma di conservazione bioculturale subantartica, è dove ha il suo laboratorio.

Un laboratorio naturale, perché come ha raccontato lui stesso a un gruppo di giornalisti che lo hanno accompagnato in tournée Riserva della Biosfera di Cabo de Hornos, »questo è un Jurasic Park per l'emisfero settentrionale». Tuttavia, anche questi paesaggi hanno iniziato a subire gli effetti del cambiamento climatico.

Capo Horn paesaggio

Le temperature stanno gradualmente superando la media di 6ºC in questa regione, causando il ciclo di vita degli insetti acquatici, come le mosche nere, è avanzato. Quando questo luogo si riscalda, il metabolismo di alcune specie accelera, provocando un accorciamento del loro ciclo vitale. Ciò a sua volta ha effetti sull'ecosistema, in particolare sugli uccelli migratori, che si sono recati lì per nutrirsi durante la stagione della schiusa di alcuni insetti e ora scoprono di non avere cibo disponibile.

D'altra parte, sebbene sia un'area protetta, I ricercatori non sanno se riuscirà a resistere all'invasione di specie che provengono dal nord.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.