Calendario di Saragozza

Calendario di Saragozza

Oggi conosceremo un calendario un po 'speciale che conserva una bellezza e un fascino poiché non si concentra sulla scienza ma ha previsioni per un anno intero senza alcun rigore scientifico. Riguarda Calendario di Saragozza. È una pubblicazione annuale spagnola che include una previsione sia della meteorologia che dell'astronomia per un intero anno solare e senza alcun rigore scientifico.

In questo articolo vi racconteremo tutta la storia e le caratteristiche del calendario di Saragozza.

Origine del calendario di Saragozza

Calendario di Saragozza 2018

La prima edizione del calendario di Saragozza fu realizzata per la prima volta nel 1840. È stato preparato dall'astrologo spagnolo Mariano Castillo y Ocsiero. Ininterrottamente, tranne che per alcuni anni in cui si è svolta la guerra civile spagnola, è stato elaborato e modificato. In quasi tutte le edizioni lo stesso ritratto dell'astrologo sembra riferirsi al suo creatore. Detto astrologo è un uomo dall'aspetto molto elegante. I suoi capelli sono completamente arruffati e ha un'espressione solenne.

Attualmente non vengono più stampati fisicamente, ma possono essere acquistati online. Tuttavia, mantiene lo stesso design sia della copertina che del contenuto. Il nome del calendario Zaragozan qualunque sia il suo autore è di Saragozza. È stato realizzato in onore dell'astronomo spagnolo Victoriano Zaragozano e Gracia Zapater. Questo astronomo è nato a Puebla de Albortón nel XVI secolo ed era piuttosto popolare ai suoi tempi. E sapeva molto di astronomia e ha redatto almanacchi in competizione per un altro scienziato spagnolo che si è distinto per i suoi studi in astrologia, matematica e storia naturale. La competizione era Jerónimo Cortés.

Storia del calendario di Saragozza

almanacchi

La storia del calendario di Saragozza inizia dopo la sua prima edizione. La sua diffusione raggiunse tutti gli angoli della Spagna nei due formati che furono dedicati in quel momento. Questo calendario consisteva in a foglio piegato a metà che era uno dei più venduti e l'altro modello era una pubblicazione tascabile delle dimensioni di un volantino piegato.

Oggi siamo abituati ad avere una grande quantità di informazioni sulle previsioni del tempo non solo per il nostro paese, ma per il mondo intero. Puoi conoscere le previsioni del tempo grazie a vari modelli complessi che le studiano supportati da grafici, fotografie satellitari, formule matematiche e una conoscenza molto maggiore. Grazie a questa tecnologia, la meteorologia per diversi giorni può essere prevista in modo abbastanza accurato. Tuttavia, la necessità di conoscere il tempo non è una novità. Questa esigenza esiste fin dai tempi antichi. Questo è uno dei motivi per cui si è sempre cercato di sapere in anticipo cosa succederà.

In precedenza, la meteorologia poteva essere conosciuta mediante l'osservazione diretta dei segni che potevano essere osservati nel luogo stesso e venivano studiate le variabili meteorologiche come nuvole, vento e temperatura che erano presenti in quel momento. Bisognava anche contare sull'esperienza di alcune persone anziane o sulle previsioni che le rendevano calorose e due come il calendario di Saragozza. Come oggi, è stato chi si dedicava all'agricoltura a fare uno sforzo particolare per scrivere e sapere come sarebbe stato l'anno successivo per poter scegliere i tempi di semina e raccolta per ottimizzare la resa. Oggi molte persone raccolgono queste osservazioni anche se lo fanno in un modo più curioso che con un obiettivo scientifico.

Questo calendario è stato ed è utilizzato sin dal suo inizio come libro da comodino per gli agricoltori poiché le colture potrebbero essere soggette a molteplici condizioni meteorologiche avverse. Siccità, tempeste e fasi lunari influiscono sui raccolti e grazie al calendario di Saragozza è stato possibile averne più conoscenza.

caratteristiche principali

predizione

Il primo prezzo che questo calendario aveva nel 1840 doveva essere in reais poiché era la valuta disponibile in quel momento. Fu solo 28 anni dopo che la peseta fu introdotta in Spagna come moneta a corso legale. Il prezzo originariamente era solo di circa 15 centesimi nel 1920 (che sarebbe l'equivalente in euro oggi). Con il passare degli anni, il suo prezzo è salito a quasi 20 duros o 100 pesetas o 0,60 centesimi. Attualmente il prezzo è di 1.8 euro. Come puoi vedere, la tendenza all'aumento dei prezzi per lo stesso prodotto avanza da anni e anni.

Nel 1900 il calendario di Saragozza veniva venduto a gran voce nelle principali piazze delle città e dei paesi. La maggior parte della clientela era contadina e sono state vendute circa 1.270.000 copie. Oggi ne vengono vendute solo 300.000 copie. Come previsto, con il progresso della scienza, questo tipo di calendari ha una ripercussione più nostalgica e conservatrice come tendenza alla curiosità piuttosto che al rigore scientifico.

Se analizziamo bene alcune delle pagine della storia, questo calendario può mostrarci molti elementi di ogni epoca. Ad esempio, sulla copertina dell'anno 1883 si poteva misurare un avvertimento per non lasciarsi ingannare da altri calendari che erano imitazioni. Un altro esempio è la copertina e l'interno del calendario di Saragozza del 1936. In questo numero c'erano tesori pubblicitari nascosti che indicavano e rappresentavano vari problemi che la società aveva in quel momento. Non dimentichiamolo in quel momento vicino alla guerra civile spagnola Sulle copertine si vedevano frasi come Viva Franco! e ¡Arriba Spagna!

In piena guerra non era per niente opportuno prendere le distanze dal regime vittorioso e furono scritti sulle copertine di questi proclami, all'epoca politicamente corretti e l'incremento delle vendite fu volutamente favorito. Nel corso degli anni, gli annunci sul calendario di Saragozza si sono progressivamente ridotti fino a scomparire. Si è voluto dare più importanza e pubblicità a questo calendario compreso il suo prezzo di vendita al pubblico. L'attuale copertina può essere considerata la stessa di anni fa e continuerà ad essere un simbolo del suo fascino.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul calendario di Saragozza e sulle sue caratteristiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.